CSM- Confindustria Toscana Sud: oltre 11 milioni di euro alle imprese che hanno partecipato ai bandi promossi dalla Regione Toscana

Grande successo per DID, l’ente di cui fanno parte CSM e Confindustria Toscana
Sud, nell’impegno nell’accompagnare molte imprese del territorio nelle selezioni di
progetti valutati all’interno della selezione per i bandi promossi dalla Regione
Toscana.
Su 21 progetti presentati ben 17 hanno ottenuto parere positivo da parte dei valutatori
della Regione Toscana, oltre 11 milioni di euro le risorse che aiuteranno tali imprese
nella realizzazione dei progetti presentati che vedranno complessivamente
investimenti per oltre 27 milioni di Euro.
La Regione Toscana ha valutato moltissimi progetti presentati per la selezione del
bando per investimenti e ricerca legati allo sviluppo industriale.
Due sono i principali settori su cui si concentra il bando: uno riguardante progetti
strategici legate alle grandi imprese in associazione anche con PMI, l’altro riferito a
progetti di ricerca e sviluppo destinanti solo alle PMI.
Uno dei valori cardine nella valutazione dei progetti è stato quello della loro concreta
fattibilità, il bando vuol sostenere aziende che siano in grado di poter finalizzare la
loro ricerca in modelli traducibili in servizi o prodotti da immettere nel mercato.
Quindi l’applicabilità concreta dei progetti ha rappresentato il discrimen principale
nelle valutazioni.
Lo staff di CSM e quello di Confindustria Toscana Sud hanno lavorato a fianco delle
imprese in tutte le fasi di preparazione e presentazione dei progetti per i bandi.
In particolare è stato strategico il contributo apportato alle aziende per costruire ove
necessario partenariati e nell’incrementare i legami operativi con il mondo della
ricerca universitaria.
Solo un ottimo ed affiatato lavoro di squadra tra lo staff di CSM e quelle di
Confindustria insieme alle aziende coinvolte ha permesso di ottenere risultati così
importanti: oltre 11 milioni di investimento arriveranno alle aziende, una base
economica importantissima per percorsi di crescita, mai come così fondamentali
come in questo complesso momento economico.

In particolare questi sono alcuni dei settori principali sui quali si concentreranno i
progetti che hanno ottenuto risultati positivi nella valutazione da parte della Regione:
servizi digitali, economia circolare, mobilità elettrica, piattaforme digitali come
strumenti di servizio, tecnologie abilitanti e materiali innovativi.



Lascia un commento